09.06.2021 - 09:00, Inizio dibattimento

Luogo: II Aula penale
Caso: CA.2021.1

Natura dei reati

Dibattimenti in procedura d’appello; A. (appellante) contro la sentenza della Corte penale del Tribunale penale federale SK.2019.16 del 14 giugno 2019 nella causa Ministero pubblico della Confederazione contro A. per tentata infrazione alla Legge sul controllo dei beni a duplice impiego (art. 14 cpv. 1 lett. a LBDI in relazione con l’art. 3 cpv. 1 OBDI e l’art. 22 cpv. 1 CP), secondo la sentenza di rinvio del Tribunale federale 6B_722/2020 del 19 novembre 2020



Osservazioni

A. ha interposto appello contro la sentenza della Corte penale del Tribunale penale federale che lo aveva condannato - in qualità di rappresentante di B. SA - per avere voluto esportare dalla Svizzera alla Norvegia un carico contenente beni, senza essere in possesso della necessaria autorizzazione di esportazione rilasciata dalla SECO.



Collegio giudicante: Corte d'appello, Collegio a tre giudici

Lingua: Tedesco
17.06.2021 - 10:00, Inizio dibattimento
18.06.2021, Data di riserva

Luogo: I Aula penale
Caso: CA.2020.8

Natura dei reati

Dibattimenti durante la procedura d’appello; A. (appellante) e Ministero pubblico (appellante incidentale) contro la sentenza della Corte penale del Tribunale penale federale SK.2018.55 dell’ 8 aprile 2020 nella causa Ministero pubblico della Confederazione contro A. per lesioni colpose gravi (art. 125 cpv. 2 CP), perturbamento della circolazione pubblica per negligenza (art. 237 cpv. 2 CP) e pericoli cagionati in navigazione per negligenza (art. 90 cpv. 2 LNA).



Osservazioni

A. e il Ministero pubblico della Confederazione hanno presentato appello e appello incidentale contro la sentenza della Corte penale del Tribunale penale federale SK.2018.55 dell’ 8 aprile 2020, con la quale A. è stato condannato per aver eseguito per negligenza la manovra di decollo di un aereo Beechcraft KingAir C90GTi il 15 gennaio 2010. L’aereo non è stato in grado di decollare. Nonostante la frenata d’emergenza, ha colpito la base in cemento del sistema di atterraggio strumentale (Instrument Landing System, ILS) alla fine della pista, ove si è arrestato.  



Collegio giudicante: Corte d'appello, Collegio a tre giudici

Lingua: Francese
07.07.2021 - 08:15, Inizio dibattimento

Luogo: I Aula penale
Caso: CA.2020.18

Natura dei reati

Dibattimenti durante il procedimento d’appello; A. (appellante) e Ministero pubblico della Confederazione (appellante) contro la sentenza della Corte penale del Tribunale penale federale SK.2020.11 dell’ 8 ottobre 2020 per titolo di violazione della legge federale che vieta i gruppi “Al-Qaïda” e “Stato islamico” nonché le organizzazioni associate, partecipazione ad un’organizzazione criminale (art. 260ter CP), truffa per mestiere (art. 146 cpv. 2 CP), ripetuta fabbricazione e deposito di rappresentazioni di atti di cruda violenza (art. 135 cpv. 1 CP) e ripetuta guida senza autorizzazione (art. 95 cpv. 1 lett. b LCStr).



Osservazioni

In via principale, A. è accusato di essere stato - al più tardi dalla metà del 2016 - membro dell’organizzazione terroristica vietata "Stato Islamico" e, come tale, d’aver eseguito dalla Svizzera numerose attività in favore dello SI nel periodo dal 2016 fino al suo arresto nel maggio 2017. In particolare, egli è accusato d’aver istigato una persona a commettere un attentato suicida - in Libano o altrove - nei confronti di un obbiettivo non ben definibile, d’aver ripetutamente sostenuto finanziariamente lo SI, d’aver intrapreso sforzi per il reclutamento e il traffico di svariate persone a beneficio dello SI, nonché d’aver ricevuto istruzioni da parte di un membro esecutivo dello SI per la preparazione di attacchi terroristici in Svizzera.



Collegio giudicante: Corte d'appello, Collegio a tre giudici

Lingua: Tedesco